Aggregatore di feed

Tribunale di Roma –Fallimento: il giudice delegato ai sensi dell'art. 108, secondo comma, L.F. può disporre la cancellazione dei vincoli gravanti il bene trasferito anche in caso di vendita non effettuata tramite esecuzione coattiva.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Ven, 24/06/2022 - 12:02

Tribunale di Roma, Sez. XIV Fall., 28 aprile 2022 – Pres. Fabio Miccio, Rel. Claudio Tedeschi, Giud. Barbara Perna.

Fallimento – Liquidazione dell'attivo - Vendita attuata nelle forme contrattuali (subentro nel preliminare) – Giudice delegato – Pronuncia del provvedimento di cancellazione dei vincoli – Ammissibilità – Fondamento – Effetti che ne conseguono – Creditore ipotecario - Insinuazione al passivo in privilegio sul prezzo pagato.

Data di riferimento: 28/04/2022

Tribunale di Bergamo – Composizione negoziata: in sede di giudizio per la conferma delle misure protettive l'autorità giudiziaria è tenuta a verificare che il superamento della crisi da parte della ricorrente risulti ragionevolmente possibile.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Gio, 23/06/2022 - 11:29

Tribunale di Bergamo, Sez. II civ., 30 marzo 2022 (data della pronuncia) – Pres. Rel. Elena Gelato, Giudici Bruno Conca e Angela Randazzo.

Composizione negoziata della crisi - Sede di ricorso per la conferma delle misure protettive – Tribunale -  Possibilità del superamento dello stato di squilibrio patrimoniale o economico-finanziario dell’impresa – Riscontro necessario – Fondamento.

Data di riferimento: 30/03/2022

Corte di Cassazione (12119/2022) – Liquidazione coatta amministrativa e ritualità cui attenersi per decidere dell'ammissibilità delle domande tardive di insinuazione al passivo.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Gio, 23/06/2022 - 11:19

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 13 aprile 2022, n. 12119 – Pres. Francesco A. Genovese, Rel. Paola Vella.

Liquidazione coatta amministrativa – Procedura aperta successivamente all'entrata in vigore del d.lgs. n. 5 del 2006 – Domanda tardiva di ammissione al passivo – Percorso decisorio.

Data di riferimento: 13/04/2022

Corte di Cassazione (6908/2022) – Privilegio generale sui mobili da riconoscersi ai crediti retributivi dei professionisti: presupposto della sua estensione al credito di rivalsa per l' IVA e al contributo previdenziale e assistenziale.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Mer, 22/06/2022 - 16:14

Corte di Cassazione, Sez. VI civ – 1, 02 marzo 2022, n. 6908 – Pres. Rel. Massimo Ferro.

Crediti retributivi dei professionisti – Privilegio generale sui mobili – Riconoscimento – Credito di rivalsa per IVA e per contributo previdenziale e assistenziale –Possibile estensione ai sensi della Legge di stabilità 2018 – Prestazioni svolte prima della sua entrata in vigore – Presupposto necessario.

Data di riferimento: 02/03/2022

Corte di Cassazione (1135/2022) – Fallimento e reclamo avverso i provvedimenti del giudice delegato: considerazioni in tema di proponibilità di un appello incidentale. Decisione da assumersi da parte del collegio con decreto motivato.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Mer, 22/06/2022 - 11:20

Corte di Cassazione, Sez. VI civ. - 1, 14 gennaio 2022, n. 1135 – Pres. Umberto Luigi Cesare Giuseppe Scotti, Rel. Alberto Pazzi.

Procedimento di reclamo di cui all'art. 26 L.F. - Impugnazione proposta tempestivamente - Svolgimento secondo il rito camerale - Proponibilità di un appello incidentale – Fondamento e limite temporale.

Data di riferimento: 14/01/2022

Corte di Cassazione (14592/2022) – Fallimento e azione di responsabilità nei confronti dell'amministratore: l'accettazione dell'incarico, anche desumibile da fatti concludenti, costituisce presupposto necessario.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Mar, 21/06/2022 - 17:13

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 09 maggio 2022, n. 14592 – Pres. Andrea Scaldaferri, Rel. Loredana Nazzicone.

Fallimento di società – Azione di responsabilità nei confronti dell'amministratore – Avvenuta accettazione della nomina – Presupposto necessario – Accertamento costituente questione di fatto – Censurabilità in sede di legittimità solo nei limiti di cui all'art. 360 c.p.c.

Data di riferimento: 09/05/2022

Corte di Cassazione (14181/2022) – Consecuzione tra procedure e crediti dei professionisti: prededucibilità estesa all'IVA e al CPA. La liquidazione dei compensi dell’avvocato e del commercialista.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Mar, 21/06/2022 - 11:19

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 05  maggio, 2022, n. 14181 – Pres. Carlo De Chiara, Rel. Roberto Amatore.

Consecuzione tra procedure - Concordato preventivo sfociato nel fallimento - Credito del professionista - Attività svolta ai fini dell'ammissione e nel corso della procedura minore – Sede di fallimento - Liquidazione del compenso in prededuzione- Estensione a IVA e CPA – Fondamento.

Data di riferimento: 05/05/2022

Tribunale di Milano – Composizione negoziata della crisi: ruolo dell'esperto e necessità del suo intervento in sede di svolgimento delle trattative. Presupposto del prolungamento della durata delle misure protettive.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Mar, 21/06/2022 - 09:17

Tribunale Ordinario di Milano, Sez. II civ., 14 maggio 2022 (data della pronuncia) – Giudice designato Francesco Pipicelli.

Composizione negoziata della crisi – Coinvolgimento dell'esperto – Necessaria partecipazione lungo tutta la durata della procedura – Svolgimento delle trattative in particolare – Iniziativa del solo imprenditore – Inammissibilità.

Data di riferimento: 14/05/2022

Tribunale di Trento – Consecuzione tra procedure: il soggetto il cui credito sia stato riconosciuto prededucibile nel corso del concordato preventivo ha diritto che gli venga riconosciuto in sede fallimentare senza che debba insinuarsi al passivo.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Mar, 21/06/2022 - 08:56

Tribunale di Trento, 10 maggio 2022 (data della pronuncia) – Pres. Renata Fermanelli, Rel. Francesca Bortolotti, Giud. Massimo Morandini.

Consecuzione tra concordato preventivo e fallimento – Soggetto che ha finanziato il debitore al fine dell'ammissione alla procedura minore – Prededucibilità del suo credito – Diritto al rimborso in sede fallimentare – Assenza di contestazioni – Riconoscimento - Necessità del ricorso all'insinuazione al passivo – Esclusione - Fondamento.

Data di riferimento: 10/05/2022

Corte di Cassazione (15650/2022) – Documentazione da depositarsi da parte della società di persone proponente un concordato preventivo con riserva ai fini dell'ammissibilità della domanda.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Lun, 20/06/2022 - 17:07

Corte di Cassazione, Sez. I civ.,16 maggio 2022, n. 15650 – Pres. Andrea Scaldaferri, Rel. Antonio Pietro Lamorgese.

Concordato preventivo con riserva – Società di persone – Ammissione a quella procedura – Deposito dei bilanci degli ultimi tre esercizi – Necessità – Documentazione da prodursi  a tale titolo.

Data di riferimento: 16/05/2022

Tribunale di Larino – Concordato preventivo con continuità indiretta: laddove sia previsto che l'azienda prima del suo trasferimento venga affittata risulta necessario che il corredo informativo concerna anche il piano industriale dell'affittuaria.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Lun, 20/06/2022 - 11:52

Tribunale di Larino, Collegio Fallimenti, 18 maggio 2022 (data della pronuncia) – Pres. Rel. Rinaldo D'Alonzo, Giud. Tiziana Di Nino e Stefania Vacca.

Concordato preventivo con continuità indiretta – Previsione dell'affitto dell'azienda in prospettiva del suo successivo trasferimento – Necessità che il corredo informativo concerna anche il piano  industriale della società affittuaria – Ragioni sottostanti.

Data di riferimento: 18/05/2022

Tribunale di Avellino – Il beneficio dell'esdebitazione ex art 14 quaterdecies della L. 3/2012 può essere accordato al sovraindebitato incapiente solo ove lo stesso dimostri di essere meritevole di tale riconoscimento.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Lun, 20/06/2022 - 11:46

Tribunale Ordinario di Avellino, Sez. I civ., 16 aprile 2022 (data della pronuncia) – Giudice designato Pasquale Russolillo.

Debitore incapiente - Accesso al beneficio dell’esdebitazione  - Meritevolezza – Presupposto necessario- Onere della prova gravante sul ricorrente – Contenuto necessario.

Data di riferimento: 16/04/2022

Corte di Cassazione (25316/2021) – Fallimento e insinuazione al passivo: ai fini dell'ammissione in privilegio di un credito è sufficiente che dalla chiara esposizione dell'istante possa desumersi la sua intenzione di beneficiarne. Spese processuali.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Lun, 20/06/2022 - 11:41

Corte di Cassazione, Sez. VI – 1, 20 settembre 2021, n. 25361 – Pres. Giacinto Bisogni, Rel. Loredana Nazzicone.volta

Fallimento – Istanza di ammissione al passivo – Riconoscimento del privilegio – Mancata esplicita richiesta in tal senso – Chiara esposizione della causa del credito – Lavoratore già dipendente dell'impresa fallita - Volontà desumibile di comunque beneficiarne – Ammissione del credito in privilegio – Decisione sulle spese processuali.

Data di riferimento: 20/09/2021

Corte di Cassazione (9210/2022) – Risoluzione di leasing traslativo per inadempimento dell'utilizzatore verificatasi anteriormente all'entrata in vigore della legge n. 124/2017: applicazione dell'art. 1526 c.c. e conseguenze che ne derivano.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Lun, 20/06/2022 - 09:57

Corte di Cassazione, Sez. III civ., 22 marzo 2022, n. 9210 – Pres. Danilo Sestini, Rel. Paolo Porreca.

Leasing immobiliare traslativo – Risoluzione per inadempimento dell'utilizzatore – Art. 1526 c.c. - Diritto di questi alla restituzione delle rate pagate – Principio di salvaguardia del corretto equilibrio contrattuale – Necessaria preventiva restituzione del bene – Fondamento.

Data di riferimento: 22/03/2022

Tribunale di Spoleto – Sovraindebitamento e procedura di accordo di composizione: il cram-down in sede di omologa deve ritenersi ammissibile anche in caso di voto negativo da parte dell'INPS.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Lun, 20/06/2022 - 09:41

Tribunale di Spoleto, Ufficio fallimentare, 10 maggio 2022 – Giudice Sara Trabalza.

Sovraindebitamento – Accordo di composizione – Voto negativo espresso dall'INPS – Giudizio di cram-down – Ammissibilità -  Art. 12, comma 3 quater, L. 3/2012 – Riferimento alla sola amministrazione finanziaria - Interpretazione estensiva – Enti gestori di forme di previdenza o assistenza obbligatorie – Inclusione necessaria – Fondamento.

Data di riferimento: 10/05/2022

Tribunale di Ferrara – Sovraindebitamento e chiusura della procedura di liquidazione dei beni: considerazioni in tema di esdebitazione quanto a presupposti e condizioni ostative al suo riconoscimento.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Sab, 18/06/2022 - 09:03

Tribunale di Ferrara, 26 aprile 2022 (data della pronuncia) – Giudice delegato Anna Ghedini.

Sovraindebitamento – Liquidazione del patrimonio – Chiusura – Esdebitazione – Debitore persona fisica – Riconoscimento del beneficio da parte del giudice – Soddisfazione, anche parziale, dei creditori - Presupposto richiesto – Valutazione – Situazioni che vi si possono far rientrare.

Data di riferimento: 26/04/2022

Corte di Cassazione (15876/2022) – Mancata approvazione di un concordato con riserva proposto in sede prefallimentare in ragione dell'esclusione dal voto di un fideiussore. Non necessità di una nuova audizione del debitore.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Sab, 18/06/2022 - 08:56

Corte di Cassazione, Sez. VI civ. - 1, 17 maggio 2022, n. 15876 – Pres. Giacinto Bisogni, Rel. Massimo Ferro.

Concordato con riserva – Deposito dell'istanza nel corso di una procedura prefallimentare – Insussistenza dei necessari presupposti - Tribunale – Dichiarazione di inammissibilità della proposta - Contestuale dichiarazione di fallimento - Omessa nuova audizione del debitore – Irrilevanza – Possibilità della proposizione di tesi difensive nella precedente sede.

Data di riferimento: 17/05/2022

Corte di Cassazione (18124/2022) – Fallimento: in presenza di tutti i presupposti soggettivi e oggettivi richiesti dall'art. 142 L.F. l'esdebitazione può essere riconosciuta al debitore anche in presenza di crediti IVA non totalmente soddisfatti.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Sab, 18/06/2022 - 08:48

Corte di Cassazione, Sez. V civ., 06 giugno 2022, n. 18124 – Pres. Enrico Manzon, Rel. Salvatore Liuzzi.

Fallimento – Chiusura - Esdebitazione – Presenza di debiti IVA non integralmente soddisfatti – Ammissibilità ciononostante del riconoscimento di detto beneficio – Assenza di contrasto con la normativa europea.

Data di riferimento: 06/06/2022

Pagine

Subscribe to Studio Legale Gabassi aggregatore