Giurisprudenza Fallimentare

Corte di Cassazione (26948/2017) – Effetti retroattivi dell'autorizzazione a stare in giudizio conferita dal giudice delegato tardivamente in via di ratifica, al curatore fallimentare.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Mar, 09/10/2018 - 16:12

Cassazione civile, sez. VI, 14 Novembre 2017, n. 26948. Pres., rel. Francesco Antonio Genovese.

Autorizzazione a stare in giudizio del giudice delegato - Tardività - Sanatoria – Limiti.

L'autorizzazione a stare in giudizio conferita dal giudice delegato tardivamente in via di ratifica, al curatore fallimentare, vale a sanare retroattivamente il difetto di legittimazione di quest'ultimo, ma fino al limite delle preclusioni già verificatesi. (massima ufficiale)

Data di riferimento: 14/11/2017

Corte di Cassazione (40477/2018) - Bancarotta fraudolenta: dichiarazione di fallimento da considerarsi quale elemento costitutivo del reato e quale momento consumativo dello stesso ai fini del riconoscimento dell'indulto.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Mar, 09/10/2018 - 09:35

Corte di Cassazione, Sez. V pen., 12 settembre 2018 n. 40477 -  Pres. Maria Vessichelli, Rel. Rossella Catena.

Bancarotta fraudolenta – Dichiarazione di fallimento – Elemento costitutivo del reato – Diverso orientamento giurisprudenziale -  Condizione di punibilità – Considerazione da escludersi.

Bancarotta fraudolenta – Dichiarazione di fallimento – Momento consumativo del reato – Riconoscimento dell'indulto – Riferimento necessario.

Data di riferimento: 12/09/2018

Corte di Cassazione (9927/2018) – Condizioni per il riconoscimento del privilegio ex art. 2751 bis, n. 2, c.c. al credito dell’avvocato facente parte di società professionale.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Lun, 08/10/2018 - 11:37

Cassazione civile, sez. I, 21 giugno 2018, n. 9927. Pres. Didone Antonio, Rel. Valitutti Antonio..

Ammissione al passivo di credito di avvocato facente parte di società professionale - Privilegio ex art. 2751 bis, n. 2, c.c. – Condizioni per il riconoscimento.

Data di riferimento: 21/06/2018

Corte d'Appello di Ancona – Liquidazione coatta amministrativa di Banca Etruria: non automatica interruzione dei giudizi pendenti. Revocabilità della vendita contestuale da parte della stessa di una pluralità crediti in sofferenza.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Lun, 08/10/2018 - 11:10

Corte d'Appello di Ancona, Sez. II civ., 04 dicembre 2017. 

Liquidazione coatta amministrativa – Società assoggettata -  Giudizio pendente – Non automatica interruzione – Dichiarazione o notifica dell'evento – Necessità.

Società poi in in liquidazione coatta amministrativa – Crediti in sofferenza – Cessione in blocco – Creditore -   Azione pauliana – Esperimento - Pregiudizio patrimoniale – Consapevolezza da parte della cedente e dell'acquirente – Condizione implicita – Revocabilità.

Data di riferimento: 04/12/2017

Tribunale di La Spezia – Problematiche relative agli accordi di composizione della crisi da sovraindebitamento: falcidiabilità dell'IVA, moratoria per la soddisfazione dei creditori con prelazione e debiti da considerarsi estranei alla procedura.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Ven, 05/10/2018 - 12:07

 

Tribunale di La Spezia, 10 settembre 2018 – Giudice Gabriele Giovanni Gaggioli.

Sovraindebitamento - Accordo di composizione della crisi – Possibile falcidia dell'IVA - Neutralità fiscale – Principio  dell' UE - Effetto vincolante -  Art. 7, primo comma, terzo periodo, della L.3/2012  - Necessaria disapplicazione.

Data di riferimento: 10/09/2018

Corte d'Appello di Filenze – Concordato preventivo: possibilità che l'udienza ex art. 162 L.F. si tenga, prima della decisione collegiale, avanti al G.D. Inammissibilità del mutamento per iniziativa del proponente dell'attestatore.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Gio, 04/10/2018 - 10:45

Corte d'Appello di Firenze, 07 marzo 2018 – Pres. Edoardo Enrico Alessandro Monte, Rel. Domenico Paparo.

Concordato preventivo – Proposta - Udienza ex art. 162 L.F. - Svolgimento delle attività -  Delega al G.D. -  Ammissibilità – Decisione finale – Necessaria collegialità.

Concordato prevenivo – Proponente – Nomina di un secondo attestatore – Precedente relazione - Modifica o integrazione – Sostituzione non necessaria – Inammissibilità.

Data di riferimento: 07/03/2018

Tribunale di Mantova - Crisi da sovraindebitamento: inammissibilità, in presenza dell'opposizione di un creditore, del piano del consumatore che sia stato proposto senza l'assistenza di un difensore.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Mer, 03/10/2018 - 16:13

Tribunale Ordinario di Mantova,  Sez. II civ., 12 luglio 2018 (data del provvedimento) – Giudice Laura De Simone.

Crisi da sovraindebitamento - Piano del consumatore – Presentazione – Ausilio di un difensore – Mancato ricorso - Fase dell'omologazione – Opposizione di un creditore – Tribunale – Pronuncia di inammissibilità del piano -  Carattere contenzioso del procedimento.

Data di riferimento: 12/07/2018

Corte di Cassazione (16347/2018) - Accordi di ristrutturazione dei debiti: istituto da considerarsi di diritto concorsuale. Prededucibilità dei crediti derivanti da finanziamenti effettuati in esecuzione di accordi omologati.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Mer, 03/10/2018 - 11:29

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 21 giugno 2018 n. 16347 – Pres. Antonio Didone, Rel. Francesco Terrusi.

Accordi di ristrutturazione dei debiti -  Istituti di diritto concorsuale – Appartenenza  - Motivo -  Assoggettamento a controllo e pubblicità - Disciplina tipica delle procedure concorsuali.

Accordo di ristrutturazione omologato -  Fideiussione – Rilascio a favore del proponente - Credito da finanziamento -  Prededucibilità – Riconoscimento - Necessaria preventiva escussione.

Data di riferimento: 21/06/2018

Tribunale di Busto Arsizio – La sola intenzione di proporre un accordo di composizione della crisi o un piano del consumatore non costituisce grave motivo per la sospensione dell'esecuzione forzata da parte del giudice dell’esecuzione.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Mer, 03/10/2018 - 11:14

Tribunale di Busto Arsizio, 30 Maggio 2018. Est. Giuseppe Limongelli.

Richiesta di sospensione dell’esecuzione prima del deposito dell’istanza relativa alla procedura da sovraindebitamento – Intenzione di proporre un accordo di composizione della crisi o un piano del consumatore – Gravi motivi – Esclusione

Data di riferimento: 30/05/2018

Tribunale di Modena - Riparti finali in sede di concordato preventivo con continuità: inapplicabilità dell'art. 113 L.F. che, in ambito fallimentare, prevede la necessità di disporre accantonamenti in sede di ripartizioni parziali.

Ultimi 10 provvedimenti Unijuris - Mer, 03/10/2018 - 10:44

Tribunale di Modena,  Sez. Civ. e Fall., 20 settembre 2017 – Pres. Emilia Salvatore, Rel. Alessandra Mirabelli, Giud. Paolo Siracusano.

Concordato con continuità – Fase esecutiva – Riparto finale – Somme riscosse dall'impresa in virtù di decreto ingiuntivo -  Provvedimento oggetto di opposizione – Necessità del loro accantonamento – Esclusione – Artt. 113 L.F. - Inapplicabilità.

Data di riferimento: 20/09/2017

Pagine

Subscribe to Studio Legale Gabassi aggregatore - Giurisprudenza Fallimentare